Rete Sociale | Corriere Romagna del 5 Novembre 2019 – MONTIANO, Chiesti 5 anni di pena
17424
single,single-post,postid-17424,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,wpb-js-composer js-comp-ver-4.5.2,vc_responsive

14 nov Corriere Romagna del 5 Novembre 2019 – MONTIANO, Chiesti 5 anni di pena

“Il Sorriso” visto come simbolo di fallimento dello Stato Tra due giorni parola alla difesa e poi subito la sentenza

MONTIANO
Cinque anni di reclusione. È la pena che il pubblico ministero Lucia Spirito ha chiesto al giudice Marco De Leva nel caso dei presunti maltrattamenti messi in atto dai gestori della casa famiglia “Il Sorriso”di Montiano.

Gli imputati sono Maria Emanuela Gianfanti e il marito Pietro Bagnolini, finiti alla sbarra dopo denunce presentate da un ex ospite della struttura. L’accusa in due ore mezza di requisitoria ha sintetizzato un concetto forte. «Lo Stato ha fallito nell’ambito della tutela dei minori. Una situazione desolante alla quale iniziare a porre rimedio riaffermando se stesso tramiteuna condanna a questi imputati».

Per saperne di più guarda qui  l’articolo completo.

TORNA INDIETRO